Stultifera Navis - L'Umanità derisa .

Mua: Venusca Mantegazza, Valeria Bettinelli, Valeria Brenna
Scenografia: Roberta Recagni, Annalisa Riva
Assistente: Paola Badaracco



Esportiamo vuoto.
La mia paura è pericolosa
e miete ingiustificata
strage. Fuggo dal demone
pancuito sul mio battello
di speranze. Attraverso il fiume
serpeggiato delle tenebre
ed estenuato giungo
nella giungla della
più lucida follia.
In cammino da sempre
non ci siamo mai mossi
ladri di balordi poteri
siamo ancora a mani vuote.
Vogliamo offrire in dono
ciò che non abbiamo.
E' un miserabile inganno
per un desolante
guadagno illimitato.
Alla fine di questa ripida notte
ci sarà un'alba nebbiosa
non si vedrà bene ma
per lo meno per me
sarà più chiaro.

Mi sembra già di vedere
l'alba tramontare.
il giocoliere
l'illusionista
gemelli

la domatrice
ballerina
venditore tra il pubblico
candidato clown
ring leader
casting
l'impresario con alle spalle un trampolista propone la donna barbuta e la donna uccello alla ring leader
Qui non ci sono ancora protagonisti
l'ambizione nostra è la salvezza
l'ambizione è la nostra salvezza
ripida è la salita e stretta
ma vale la pena davvero
quando ci si ritrova in vetta
uguali gli obiettivi
pronti ad ammazzarsi
pur di divenire divi
ognuno ha un mito
da emulare
un faro denutrito
ad illuminare
questa strada scoscesa
quest'impervia salita
quest'ingresso affolato
in cui ci siamo asfissiati
nel portone
dell'ambizione
ci siamo impigliati.

Tuttavia la cima serba altri giudizi
ed il rischio di cadere nei vari vizi
di buono una bella vista
infine una piacevole sensazione
di onnipotenza:
oscillante velo illusionistico
dell'impotenza.
Il mondo è troppo piccolo per saziare la mia fame
Back to Top